6 modi per ottimizzare il tuo sito per richieste a coda lunga - Profit Hunter

6 modi per ottimizzare il tuo sito per richieste a coda lunga - Profit Hunter

L'utilizzo di strategie basate su query ad alta precisione può essere un modo semplice ed efficace per migliorare i risultati di ottimizzazione SEO. Nel processo di analisi di siti Web ottimizzati con successo e di ottenere un buon traffico organico, è possibile vedere quanto possono essere interessanti le query a coda lunga.

Tale strategia di promozione non è nuova. È noto che gli utenti adattano rapidamente le loro richieste di ricerca semantica, fornendo loro suggerimenti.

6 modi per ottimizzare il tuo sito per richieste a coda lunga - Profit Hunter

Perché allora gli ottimizzatori affilano ancora i loro siti per chiavi come "parti di motociclette" se sappiamo che le persone possono cercare "componenti moto per Honda Fury 2010"? Le persone cercano risposte a domande, ma non parole chiave.

Gli ottimizzatori guardano ancora alle query a alta e media frequenza come una possibilità di ottenere più traffico invece di puntare a code lunghe. Sì, una volta al primo posto nel problema, puoi ottenere un grande flusso di visitatori sul tuo sito, ma non il fatto che saranno tutti presi di mira. Cioè, la qualità del traffico su richieste "generali" spesso non soddisfa le aspettative. È tempo di attirare visitatori pronti e disposti a comprare.

Un altro approccio: microtargeting

Il microtargeting è un processo in tre fasi. In primo luogo, è necessario studiare un gran numero di longtail che derivano da frasi comuni. In secondo luogo - per determinare le "lacune" delle capacità del sito, per capire dove non ci sono abbastanza richieste con una lunga "coda". In terzo luogo, apporta piccole modifiche alle pagine in modo che contribuiscano a migliorare il posizionamento in coda lunga e creare nuovi contenuti.

6 modi per ottimizzare il tuo sito per richieste a coda lunga - Profit Hunter

  1. Non sostituire le richieste completamente generali con longtests . Sì, nella maggior parte dei casi danno le migliori conversioni. Ma d'altra parte, portano più traffico, il che aiuta anche ad attrarre nuovi clienti. Considera che il targeting di strategie SEO per long-tails è un'aggiunta che ti aiuterà a raggiungere il TOP sulle richieste di HF e MF. Concentrati su di esso in primo luogo, e nel secondo - ad ottimizzare le query comuni.
  2. Non tutti gli acquirenti sono uguali a , quindi non si deve presumere che stiano compilando query di ricerca identiche. I longtail sono estremamente diversi, ma invece di ottimizzare le pagine per ognuno di essi, dovresti prestare attenzione alle tendenze generali tra una vasta gamma di richieste. Cerca quelle frasi lunghe che meritano davvero i tuoi sforzi e portano buone conversioni.
  3. Utilizza più di uno strumento per cercare e imparare parole chiave . Un grosso errore nel micro-targeting tra gli ottimizzatori è che presto smettono di scavare più a fondo dopo l'avvio del lavoro. Più frasi chiave apprendi, più è probabile che tu trovi un'intera linea di longtail che porterà traffico prezioso.
    Uno dei metodi per ottenere le chiavi è l'esportazione di diverse frasi comuni, come "Internet marketing" o "outerwear" dal pianificatore di query di Google e il caricamento in strumenti come "Bulk Keyword Tool" dal sito termexplorer . com.
  4. Trova frasi ed espressioni comuni per collegare le chiavi insieme in categorie separate. Non dimenticare: non sceglierai come target tutte le chiavi. Tutto ciò che si può fare è concentrarsi sulle espressioni comuni e trovare connessioni tra i longtail in modo da collegarsi e navigare con competenza nel sito.
    Dopo aver raccolto le chiavi, è possibile caricarle in un unico file Excel e trovare espressioni comuni incluse in diversi longtail. 5-10 frasi comuni possono a volte includere circa 800 - 1200 chiavi più strette.
  5. Analizza contenuto esistente . Sebbene la creazione di nuovi contenuti sia una buona cosa, è anche importante analizzare le pagine esistenti e ottimizzarle utilizzando una strategia di micro-targeting (vedere anche l'articolo "Cosa fare con i contenuti vecchi e obsoleti"). Tutto, dai meta tag ai tag alt nelle immagini potrebbe non essere completamente ottimizzato, privo di parole chiave. Questo deve essere risolto. Inoltre, i longtail dovrebbero essere definiti in categorie tematiche.
  6. Crea nuovo contenuto per l'elenco di tasti . Una lista categorizzata può essere data a copywriter e content strategist per generare idee. Oltre a migliorare i materiali esistenti, è necessario creare sia nuovi testi che supporti che risponderanno in modo completo alla domanda dell'utente che accede ai longtail durante la ricerca.

Pertanto, il micro-targeting è una strategia che genera più conversioni rispetto alla promozione delle comuni chiavi ad alta frequenza. Tuttavia, è necessario compiere molti sforzi per creare una grande quantità di contenuti di valore per centinaia e persino migliaia di query longtail.

Ti piace articoli? Iscriviti alla newsletter!

Ricerca

articoli Correlati