Il cliente ideale per il freelance, il rispetto per gli artisti

Il lavoro dei freelancer non è solo la realizzazione di un ordine e lo sviluppo di un progetto, ma anche la comunicazione con un cliente, l'elaborazione degli ordini, la ricerca di datori di lavoro e molto altro.

I freelance esperti incontrano sistematicamente vari clienti, alcuni dei quali richiedono un lavoro sfacciatamente esigente, altri sono maleducati, considerando un dipendente remoto dallo strato inferiore della popolazione, e ci sono anche casi in cui i datori di lavoro si rifiutano di pagare a tutti a causa di carenze minori.

Quando si inizia a lavorare da remoto, si dovrebbe essere pronti a comunicare con diversi tipi di client e adattarsi a ciascun tipo di comunicazione.

Naturalmente, può essere spiacevole collaborare con un "tipo" arrogante, ma rifiutando di lavorare, non solo puoi rovinare la tua reputazione, ma anche ottenere una recensione negativa che influirà sullo sviluppo della tua attività.

Incontrerai un sacco di negatività e forse non troverai nessun cliente se usi scambi non di qualità. Freelance con

, questo è l'ideale.

I freelance che hanno lavorato da remoto per molti anni hanno creato la propria immagine di un cliente ideale.

Il cliente ideale per il freelance, il rispetto per gli artisti

Ordini indipendenti

Il cliente freelance ideale, secondo loro, dovrebbe corrispondere I seguenti criteri:

  1. Alfabetizzazione della comunicazione e una chiara espressione dei loro pensieri riguardo al risultato del lavoro. Ci sono casi in cui i residenti di altri paesi si rivolgono ai liberi professionisti e, in tali casi, potrebbero esserci problemi associati alla comprensione reciproca. Vorrei anche includere in questo paragrafo il fattore della normale comunicazione, senza esprimere la "pendenza" e l'uso di parole gergali.
  2. Il rispetto per gli artisti, secondo l'opinione dei liberi professionisti esperti, è anche un criterio altrettanto importante per un cliente ideale. Maleducazione, maleducazione e arroganza non vogliono sopportare nessuno, e anche i telelavoratori non intendono cooperare con questi "capi".
  3. Anche la capacità di descrivere completamente ciò che è richiesto da un libero professionista è uno dei criteri. Può essere molto difficile capire una persona che fa un ordine e non fornisce dettagli, a causa del basso livello di conoscenza. Secondo l'opinione dei liberi professionisti, il cliente è l'ideale, che è almeno un po 'esperto nei processi del lavoro svolto.

Il cliente ideale per il freelance, il rispetto per gli artisti

  1. Ogni persona ha una situazione difficile o solo una crisi creativa. Il datore di lavoro, ovviamente, non si preoccupa dei lavoratori remoti, ma se capisce e non esercita pressione, sarà una qualità positiva del cliente.
  2. Un altro criterio per un buon cliente per un libero professionista è la conoscenza. Se il cliente conosce un po 'l'argomento, è più facile capire e spiegare tutto. Anche qui puoi aggiungere il suo atteggiamento ai tuoi commenti. Una persona normale ascolta sempre l'opinione di un professionista.
  3. Le entrate di un libero professionista dipendono dalla generosità di un cliente, pertanto l'importo del pagamento deve essere preso in considerazione. Va bene se il cliente non solo incoraggia la persona con cui lavora costantemente, ma lo fa anche in modo tempestivo.
  4. Nessuno vuole ascoltare commenti e critiche (eccetto il ragionevole). Pertanto, un cliente ideale è sempre soddisfatto dei risultati. Anche se ci sono carenze, li contrassegna con tatto, ma continuerà a lodare il dipendente.
  5. È piacevole lavorare con chi confida e ispira fiducia. C'è un gruppo di clienti che sono pronti a trasferire denaro un mese prima dell'evasione degli ordini ed è davvero meglio lavorare con queste persone, è un peccato che siano pochi.
  6. Il cliente ideale tratta i liberi professionisti come professionisti. Non discute, si fida completamente delle azioni del lavoratore remoto e non interferisce con il processo di sviluppo. Ad esempio, ha bisogno di banner, ma sposta completamente il loro sviluppo sulle spalle di un libero professionista, non cercando di attuare le loro idee illetterate.
  1. Il cliente ideale è praticamente un amico che non può solo discutere del lavoro con te, ma è anche pronto a comunicare "secondo gli interessi". In pratica, i liberi professionisti hanno registrato alcuni casi in cui il datore di lavoro e l'appaltatore, dopo la cooperazione, iniziano a interagire strettamente e successivamente assistono sistematicamente nella risoluzione di vari problemi.

Essendo impegnati in attività di libero professionista, incontrerai molti clienti ideali. Vorrei anche notare che, nella maggior parte dei casi, i clienti diventano quasi perfetti se diventano sicuri della qualità del tuo lavoro.

Il cliente ideale per il freelance, il rispetto per gli artisti

In altre parole, se vuoi essere trattato correttamente, fai il tuo lavoro in modo efficiente e prova a lavorare individualmente su ciascun progetto.

Ti interesserà anche:
- Dumping in freelance
- Come diventare un libero professionista
- Guadagni su Advego

Ricerca

articoli Correlati