Internet banking e frodi, sistema di infezione da virus

Le tecnologie digitali nel nostro mondo continuano ad evolversi e la frode si sviluppa con esso.

In particolare, l'Internet banking è diventato uno degli obiettivi più attraenti per gli aggressori che utilizzano vari strumenti per ricevere dati utente.

Internet banking e frodi continuano ad evolversi fino ad oggi e ogni giorno vengono registrati sempre più casi di incasso illegale di fondi da parte degli utenti.

Poco prima, i truffatori hanno mostrato un maggiore interesse per le carte di plastica, ma ora sono "passati" all'uso di Internet banking, poiché in questo settore è molto più facile per loro eseguire le loro macchinazioni.

Il modo più popolare per ottenere dati personali necessari per l'autorizzazione in Internet banking è quello di infettare un sistema con un virus. Per questo i truffatori usano la posta elettronica e inviano messaggi di spam in grandi quantità.

Internet banking e frodi, sistema di infezione da virus

Internet banking

Gli scammer hanno anche iniziato a creare siti web simili all'interfaccia web delle banche e a distribuire attivamente i collegamenti. Vorrei sottolineare che recentemente si è diffusa la tendenza a utilizzare i social network.

Secondo gli specialisti della protezione del software, la maggior parte dei casi di account di hacking sono causati dagli utenti stessi. Non tutti utilizzano il software fornito in grado di proteggere i sistemi.

Inoltre, molti utenti sono creduloni e seguono attivamente i collegamenti, anche se ricevono una lettera da utenti sconosciuti.

Vorrei dire separatamente che molti esperti consigliano di non archiviare login e password nel browser e, se è necessario inserirli, assicurarsi di utilizzare la tastiera virtuale.

Internet banking e frodi, sistema di infezione da virus

Considerando le statistiche, si devono osservare gli indicatori "tristi", perché nel 2009 il volume delle frodi nel settore dell'Internet banking ha raggiunto il 14%. Dal 2009, c'è stata una dimostrazione attiva dell'interesse dei frodatori nei siti bancari e un significativo aumento delle vittime di intrusi.

Per il 2011, è stato stabilito che quasi il 10% degli utenti di Internet banking ha lamentato almeno una volta che i fondi erano stati prelevati dal proprio conto.

Oggi, la percentuale complessiva di utenti è aumentata in modo significativo, il livello di sicurezza è diventato molto più alto di , ma, tuttavia, i reclami continuano ad essere ricevuti e alcune persone non si fidano più della gestione del denaro via Internet.

Internet banking e frodi, sistema di infezione da virus

Frodi bancarie via Internet

La pratica di indagare sui crimini su Internet non è grande tra gli investigatori russi, ma è reintegrata ogni anno.

Se nelle filiali bancarie reali i clienti sono protetti non solo da muri spessi, ma anche da altri mezzi, quindi sono praticamente aperti nello spazio Internet per i truffatori.

Secondo le statistiche, la maggior parte dei problemi sono associati ai virus. Vengono caricati sui PC e sugli smartphone delle vittime, il che consente agli aggressori di compiere frodi senza impedimenti.

Il malware penetra in vari modi, a volte anche gli utenti stessi li scaricano, con il pretesto di programmi popolari.

Anche l'hacking è raro a causa di reti di dati non sicure. Se le informazioni vengono trasmesse attraverso un canale non adeguatamente protetto, gli hacker possono facilmente rintracciarli e ottenere gli accessi e le password necessari.

Nel 2014 è stata approvata la legge "Sul sistema di pagamento nazionale", che stabilisce che i fondi che sono stati cancellati dai conti dei clienti a causa di attacchi di hacker devono essere rimborsati dalle banche.

Le banche non vogliono perdere profitti, quindi hanno iniziato a migliorare attivamente i loro sistemi di sicurezza. Ora, quasi ovunque, viene utilizzata la protezione a due livelli, quindi per l'autorizzazione su siti e operazioni non sono necessari solo un login e una password, ma anche vari codici, inclusi quelli inviati via SMS.

In realtà, questo non è un livello sufficientemente elevato di protezione, perché gli hacker devono solo rompere l'account personale del client dell'operatore mobile e impostare il reindirizzamento dei messaggi SMS. Pertanto, possono facilmente trasferire il denaro delle vittime in conti offshore che non possono essere rintracciati.

Internet banking e frodi, sistema di infezione da virus

Come proteggersi dai truffatori nell'Internet banking?

È molto più sicuro usare programmi separati piuttosto che proteggere la banca stessa. Gli stessi antivirus sono più riflessivi, dal momento che i loro creatori si concentrano su un singolo compito.

L'argomento del flusso di cassa online è ora pertinente, quindi Kaspersky Lab ha persino sviluppato uno strumento speciale "Pagamenti sicuri". Viene fornito con un antivirus, controlla se sei realmente connesso al sito della banca, la presenza di un certificato e le minacce nel sistema operativo.

È impossibile proteggere completamente dagli attacchi degli hacker. Anche se non si utilizza l'Internet banking, gli aggressori possono bypassare la protezione della banca stessa e accedere agli account privati.

Tali casi non sono unici, tuttavia, non sarebbe superfluo rispettare alcune regole:

  • minimizzare la quantità di transazioni effettuate su Internet (specialmente quando si tratta di di somme ingenti);
  • non si fidano di e-mail e messaggi SMS da parte delle banche. Se ricevi informazioni, cerca informazioni di contatto reali o semplicemente visita un ramo bancario;
  • monitora la sicurezza del tuo computer, non installare programmi sospetti, utilizza antivirus affidabili;
  • non utilizzare mai per accedere Internet banking, dispositivi di altre persone e social network, potrebbero non essere sufficientemente protetti;
  • quando visiti il ​​sito web della banca o accedi attraverso la pubblicità, presta attenzione alla barra degli indirizzi, deve esserci un nome di dominio ufficiale;
  • aggiorna le password di persona m Ufficio in loco operatore di telefonia mobile, e-mail e internet banking, almeno una volta ogni 3 mesi;
  • inventare accessi complicati da combinazioni arbitrarie di chiavi. Ricordare che le password non possono essere impostate nel formato di data di nascita, nome, cognome e così via;
  • non memorizzare le password nei file su PC o smartphone, specialmente nella memoria del browser. Se hai già provveduto a farlo, vedi come eliminare le password salvate nel browser;
  • per rubare nomi utente e password, gli hacker registrano la cronologia delle chiavi che premi al momento del login. Pertanto, è più sicuro inserire dati dalla tastiera virtuale;
  • non lasciarti ingannare dal popolare cablaggio e non dire a nessuno la password della scheda. Persino i dipendenti delle banche non sono autorizzati a richiedere queste informazioni.

Se ancora ti innamori dei truffatori nel settore dell'Internet banking, informa immediatamente la banca. Secondo la legge, entro 24 ore la banca è obbligata a restituire il denaro sul tuo conto, indipendentemente dall'operazione eseguita.

Quali che siano le misure di sicurezza inventate nell'Internet banking, le frodi non scompariranno. È molto più facile cancellare denaro attraverso Internet, inoltre, gli hacker inventano metodi e virus più sofisticati. Fai attenzione, quindi la probabilità di perdere denaro sarà minima.

Ti interesserà anche:
- I crimini Internet più di alto profilo
- Sicurezza del tuo computer
- Navigazione sicura dei siti

Ricerca

articoli Correlati