Negozio online di ottimizzazione dei motori di ricerca - Profit Hunter

Questa è una continuazione dell'articolo di ieri sull'aumento delle conversioni. In questo video, Matthew Glenfield fornisce consigli sull'ottimizzazione dei motori di ricerca usando l'esempio della stessa gioielleria argentata. ws. (Il video originale è qui.)

Prima di procedere con l'ottimizzazione, Matthew consiglia di vedere quante pagine del sito sono indicizzate dai motori di ricerca, in particolare da Google. Per fare ciò, inserire la query sito: http: // www. il dominio. com .

Negozio online di ottimizzazione dei motori di ricerca - Profit Hunter

Il numero di pagine indicizzate per il sito Silver Jewelry era 637.

Negozio online di ottimizzazione dei motori di ricerca - Profit Hunter

Questo è molto o poco, è sconosciuto, dato che qui tutto è relativo. Se nel tuo negozio hai prodotti 10k, ovviamente non è sufficiente, e se è un migliaio, non è nemmeno niente. (Per scoprire quante pagine sono posizionate sul tuo sito, sommare il numero totale di prodotti e il numero di categorie.)

Negozio online di ottimizzazione dei motori di ricerca - Profit Hunter Ma esaminiamo prima l'output. Ho appositamente aperto la quindicesima pagina di emissione, per garantire di vedere i link alle pagine interne con una descrizione dei prodotti. Guarda il tag . titolo. . Lui è lo stesso dappertutto! La probabilità che queste pagine occupino posizioni elevate anche con una lunga query è molto bassa. Tag . titolo. deve contenere la parola chiave sotto la quale la pagina è affinata. Se la pagina vende un anello d'argento con uno sconto, il nome della pagina deve essere Sconto Silver Ring , ma non SilverJewelry .

Pertanto, la prima cosa che il proprietario di questo negozio online dovrebbe fare è per dare un nome univoco a ciascuna pagina del sito .

Per la pagina principale, è inoltre necessario selezionare 2-3 frasi chiave principali che il sito verrà promosso nei risultati di ricerca. Poiché il contenuto testuale della pagina è già stato reso più nitido dalla frase sconto gioielli in argento , questa frase dovrebbe essere inclusa nel titolo. Ad esempio, così:

Negozio online di ottimizzazione dei motori di ricerca - Profit Hunter

Per le categorie il titolo migliore sarà il nome della categoria stessa, cioè se la categoria è denominata Bracciali in argento , il nome della pagina dovrebbe essere Bracciali in argento . Naturalmente, puoi espandere il titolo e aggiungere alcune parole chiave aggiuntive. La cosa principale è che il contenuto del tag . titolo. è rimasto unico.

Di conseguenza, per le pagine con la descrizione delle merci come titolo è necessario utilizzare il nome del prodotto (più, se desiderato, il nome della categoria).

Dopodiché, è necessario comprendere la descrizione delle pagine. In molte pagine del negozio questa descrizione è assolutamente la stessa.

Negozio online di ottimizzazione dei motori di ricerca - Profit Hunter

Questo perché il contenuto del meta tag description o semplicemente ripete la descrizione da altre pagine, o si differenzia da solo due o tre parole. È improbabile che i motori di ricerca siano deliziati da tali descrizioni. Hanno bisogno di descrizioni uniche con le parole chiave . Daglielo.

Il metatag descrizione è nella parte superiore del codice:

Negozio online di ottimizzazione dei motori di ricerca - Profit Hunter

Il proprietario del negozio deve pensare all'utilizzo del tag nofollow . Alcune pagine non devono essere classificate nei risultati di ricerca, quindi non hanno bisogno del peso di riferimento. Il tag nofollow consente di bloccare tali perdite e, di conseguenza, aumentare il peso di altri collegamenti. Nel codice, questo tag ha il seguente aspetto:

Negozio online di ottimizzazione dei motori di ricerca - Profit Hunter

Ecco un esempio di link che non devono essere classificati in alcun modo:

Negozio online di ottimizzazione dei motori di ricerca - Profit Hunter

Molti candidati alla partenza possono essere trovati nel seminterrato del sito.

Negozio online di ottimizzazione dei motori di ricerca - Profit Hunter

E, naturalmente, il tag nofollow dovrebbe essere messo su tutti i banner e i badge che portano ad altri siti.

Negozio online di ottimizzazione dei motori di ricerca - Profit Hunter

Inoltre, nofollow è consigliabile inserire immagini cliccabili, come le immagini dei prodotti.

Negozio online di ottimizzazione dei motori di ricerca - Profit Hunter

È anche possibile allegare nofollow ai collegamenti con ancore che non hanno nulla a che fare con le pagine a cui si collegano. Un chiaro esempio di tale collegamento è il collegamento alla home page con l'ancora Home . È ancora meglio sostituire l'ancora in tali collegamenti. (Ad esempio, invece di Home mettere Sconto gioielli in argento .)

Se ci sono diversi link da una pagina all'altra, è meglio lasciarne solo una (con l'ancora giusta), e il resto per chiudere nofollow .

Ma non è tutto. Immediatamente sotto l'intestazione del sito c'è una barra di navigazione che mostra il visitatore dove si trova. Quindi anche in questa linea ci sono collegamenti dai quali è meglio sbarazzarsi. Eccoli:

Negozio online di ottimizzazione dei motori di ricerca - Profit Hunter

Non è necessario inserire l'ultimo link nofollow . Tuttavia, in questo caso, è necessario sostituire i link di ancoraggio e invece scrivere CH- ... scrivere qualcosa di più comprensibile.

In breve, il proprietario di questo sito deve mettere nofollow su tutti i collegamenti che non riguardano direttamente le pagine di vendita e non contengono le frasi chiave necessarie.

Quando (e se) tutte le raccomandazioni sopra riportate sono implementate, la posizione del sito nei risultati dei motori di ricerca dovrebbe essere significativamente rafforzata.

Spero che quando creerai un nuovo progetto o lavori sull'ottimizzazione del motore di ricerca e di un negozio esistente. Questi suggerimenti ti saranno utili.

Creazione di un negozio online - Utilizziamo le ultime tendenze nel campo delle tecnologie web

Hosting per blog con WordPress preinstallato

Post per argomento:

  • Come raddoppiare il traffico in pochi giorni
  • Struttura del sito e collegamento delle pagine interne
  • 10 aspetti dell'ottimizzazione del sito web interno
  • Creazione di un impero SEO

Ti piace articoli? Iscriviti alla newsletter!

Ricerca

articoli Correlati