Quali link non piacciono a Google - Profit Hunter

Il fatto che i collegamenti "corrotti" possano avere un effetto negativo sulle posizioni è noto da molto tempo. Google è particolarmente critico, considerando questo modo di promozione come spam. Sebbene l'influenza dei link esterni sulla classifica non sia esclusa dai dipendenti dei motori di ricerca, l'acquisto deve fare attenzione.

Quali link tollerano Google?

# 1. Pagato. Perché vengono acquistati? Naturalmente, per aumentare la risorsa TIC e PR. Per tali scopi, i collegamenti devono essere indicizzati, cioè messi giù senza rel = "nofollow", altrimenti l'intero significato viene perso da essi. Google, nella sua documentazione ufficiale, ha affermato che erano i link in entrata che erano aperti all'indicizzazione e che potevano influire negativamente sullo sviluppo del sito. E, secondo le raccomandazioni del motore di ricerca, non dovresti pubblicare neanche i link in uscita. Se offri un prodotto informativo gratuito in cambio della sua recensione su altre piattaforme con un link, allora sarà equiparato anche a un "vendite".

Solo una via d'uscita: quando acquisti o vendi link, usa rel = "nofollow". Non trasmetteranno PR, tuttavia, aiuteranno a ottenere traffico e migliorare PF (se il sito di riferimento è realmente "live").

# 2. Eccessivo scambio di link. L'uso di questo metodo di promozione da solo può sollevare dubbi sulla sua naturalezza. Quando è combinato con altri metodi (ad esempio, con promozione nei social network, tecniche di marketing, ecc.), Non dovrebbero esserci problemi. In questo caso, lo scambio di link è necessario solo con siti pertinenti.

No. 3. Risorsa pubblicitaria con articoli. Questo include i post degli ospiti. Questi metodi funzionano ancora, ma, ancora una volta, non rimanere appeso alla promozione dell'articolo. Offri le tue pubblicazioni solo se sono davvero preziose e ci si aspettano delle transizioni da loro. Inoltre, non è necessario saturare i testi su risorse di terzi con collegamenti e inserire ancore su di essi con l'immissione diretta della chiave. Osserva la naturalezza. Di solito, se l'autore di una risorsa è piaciuto a qualsiasi pubblicazione sul tuo sito, inserisce un link ad esso nell'articolo, e non si preoccupa di mettere l'ancora con una chiave nella voce diretta.

Google fornisce un esempio di ottimizzazione del collegamento esplicita:

Quali link non piacciono a Google - Profit Hunter

# 4. Collegamento automatico Non utilizzare mai servizi che lasciano collegamenti in grandi quantità. La protezione antispam di Google funziona troppo bene per non notarlo.

# 5. L'uso di directory spam, segnalibri. Le risorse che non danno ai visitatori non ne trarranno beneficio. Piuttosto, i collegamenti di massa da loro causeranno la pessimizzazione.

# 6. Collegamenti in entrata e in uscita negli scantinati. Senza dubbio, non vengono mai liberati e Google ne è a conoscenza.

# 7. Commenti del forum Google non ama i link nelle firme o nel testo del post stesso. Tuttavia, non sarebbe del tutto equo vietare ogni sito a quali link da forum e altre risorse gratuite conducono (ad esempio, dai servizi di domande e risposte), dal momento che potrebbero essere fatti da persone reali che sono interessati al tuo argomento. La domanda riguarda la quantità e la qualità dei collegamenti e se sono stati impostati manualmente o utilizzati metodi di programma, con o senza ancora, con quali profili è stato eseguito (con profili vecchi registrati o attivi pieni di informazioni su se stessi e l'avatar).

Che cosa puoi fare se non puoi acquistare i link?

Potrebbe sembrare che tutte queste limitazioni abbiano costretto molti ottimizzatori a "stringere le viti". Quindi è per coloro che usano i metodi di promozione "grigio" e "nero". Google stesso commenta la sua politica in questo modo: se il tuo sito ha materiale unico e utile, sarà condiviso senza alcun link di acquisto.

Riorienta la tua attenzione, budget e tempo per cercare contenuti utili e migliorare l'usabilità, imitare la naturalezza dei link, utilizzare diversi chip di marketing da promuovere. Tali recensioni di prodotti "freschi", notizie (se sei stato uno dei primi a presentarle, inizieranno a parlare di te), vari omaggi (software, check-list, manuali e quant'altro), contest, esperimenti, -line test, ecc.

A proposito, Google offre di eliminare i collegamenti "indesiderati" che sono stati ricevuti dai metodi di spam. Puoi fare lo stesso con i collegamenti indicizzati perpetui. Puoi livellare la loro influenza sulla classifica in Google utilizzando questo strumento: https: // www. google. com / webmasters / tools / disavow-links-main. Aiuta il motore di ricerca a non tenerne conto quando classifica il tuo sito. Tuttavia, gli sviluppatori sottolineano che semplicemente rinunciando a utilizzare questo strumento non è sufficiente. L'opzione migliore, a loro avviso, è quella di rimuovere tutti i collegamenti manualmente contattando i proprietari del sito.

Quali link non piacciono a Google - Profit Hunter

Ti piacciono gli articoli? Iscriviti alla newsletter!

Ricerca

articoli Correlati