Sottodomini, cartelle e micrositi - cosa scegliere - Profit Hunter

I motori di ricerca hanno metriche che applicano alle pagine, come PR e metriche applicate a domini e sottodomini (TrustRank, varie metriche di qualità, mozRank, ecc.).

Nel corso degli anni di esperienza, osservazione e test, sono stati osservati quanto segue:

  • Alcune pagine traggono vantaggio dall'essere in domini / sottodomini "potenti". Questo è il motivo per cui se qualcuno copia i tuoi contenuti su un dominio più rispettabile, su di esso riceverà una classifica più alta.
  • I sottodomini NON ereditano sempre indicatori e classifiche positivi di altri sottodomini del dominio radice.
  • Alcuni sottodomini NON OTTENGONO PROFITTI dal dominio principale. (Questo vale per i siti in cui ogni utente può creare il proprio sottodominio, come WordPress. Com, Blogspot. Com)
  • Le cartelle ricevono tutti i vantaggi dal proprio dominio / sottodominio.
  • Un buon ricollegamento può aiutare a distribuire le qualità positive dei sottodomini (ma non sempre va a buon fine).

In base a quanto sopra, per una parte separata del contenuto è preferibile creare una cartella nel dominio principale, piuttosto che un sottodominio. Ad esempio, per un blog è meglio usare il tuo sito. com / blog invece di blog. yoursite. com, e per la sottosezione meglio yoursite. com / newrazdel di newrazdel. yoursite. com.

Tuttavia, ci sono casi in cui l'uso dei sottodomini ha senso:

  • Hai già pagine del dominio principale classificate da una specifica query di ricerca. I motori di ricerca sulla stessa pagina non visualizzano più di 2 URL dallo stesso dominio, tuttavia è possibile visualizzare più URL per i sottodomini dello stesso dominio radice.
  • Se un sottodominio o una combinazione di un sottodominio + dominio radice costituisce il testo di ancoraggio perfetto per il quale si sta promuovendo il sito.

Come i sottodomini, i micrositi (separati, siti indipendenti per una parte del contenuto del sito) hanno una propria nicchia:

  • Si avvia un prodotto / servizio completamente indipendente dal sito principale / affari. Il vantaggio indiscusso è che un sito di questo tipo è più facile da vendere in futuro rispetto a un sottodominio e ancor più a una cartella.
  • Stai lanciando un prodotto / servizio che non vorresti associare al marchio principale.
  • Hai un nome di dominio sotto le tue parole chiave.
  • Hai contenuti che non sono correlati al sito principale e non ti piacerebbe ingombrare il sito, confondendo i visitatori.

Il grosso problema con i micrositi è che non ereditano nulla dal tuo sito principale. Sono indipendenti e devono essere promossi come siti indipendenti.

Quindi, nonostante gli innegabili vantaggi delle cartelle, i sottodomini e i micrositi hanno il loro scopo. Conoscendo i vantaggi di ogni tipo di condivisione dei contenuti, scegli quello che meglio si adatta al tuo caso particolare, questo aiuterà ad evitare molte difficoltà.

Ti piace articoli? Iscriviti alla newsletter!

Ricerca

articoli Correlati